“Dopo che la nostra associazione è stata ricevuta sotto questo governo due volte ai Monopoli dal dott. Fanelli e dal dott. Giuliani, dal capo di gabinetto del ministero del lavoro Fabia D’Andrea e dall’ufficio legislativo del Mef dott. Glauco Zaccardi essere scambiati per i mandatari dei concessionari è veramente un paradosso inaccettabile.

Ci chiediamo: ma il vicepremier non ha contatti con la sua capo di gabinetto presso il suo ministero? Non si interessa come legiferano i monopoli, che decisioni prendono, chi tassano, se giocatori, concessionari o gestori? E come fa a parlare di gioco pubblico se non si informa?

Combatte il gioco d’azzardo senza conoscere neanche le associazioni nella loro identità, scambiandole l’una con l’altra, cosa dicono, cosa propongono, chi sono, quante sono, la differenza di proposte. E come fa a prendere le opportune decisioni se neanche le riceve? Noi abbiamo proposte concrete già depositate presso l’ufficio legislativo del Mef al dott. Zaccardi, le ha viste? E’ stato informato delle nostre lamentele? Sono fondate? Sono richieste legittime? Chiediamo un incontro per avere queste risposte.

Cosa avrebbe da dirci? Come fa ad affrontare una associazione che rappresenta comunque un settore produttivo dello stato senza neanche conoscerla? Vedremo se almeno oggi avrà il tempo per riceverci o se ci sarà qualcuno che potrà darci almeno qualche risposta che da tempo aspettiamo. Diversamente la manifestazione continuerà ad oltranza. Abbiamo il diritto di essere ascoltati”.

0 Likes
142 Views

You may also like

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter message.