Benedetto Palese, presidente dell’associazione dei gestori AGCAI, spiega, nel corso di una conferenza stampa alla Camera, le ragioni che hanno portato oggi, gli operatori, a manifestare a Roma.

“Il PREU è un prelievo sui giocatori, che questo sia chiaro. Quando aumenta il prelievo è sui giocatori. Noi siamo dipendenti dello Stato e quindi lo Stato ci dovrebbe tutelare. Se il loro prodotto fa male, non è certo colpo nostra.

Lo Stato sta rovinando i giocatori ed è la ragione per cui il governo sta sfuggendo il confronto. Perchè non vengono qui a dire m, davanti a noi, che stanno tassando i concessionari.

Volete togliere il gioco d’azzardo e allora fatelo. Che state aspettando? La realtà non è questa. Siamo noi a non volere l’azzardo, ma a volere il gioco di puro intrattenimento.

Non vogliamo essere complici di questo Stato. Non vogliamo essere complici di Di Maio e del senatore Endrizzi. Ci vogliomo eliminare, distruggere, perchè noi non vogliamo l’azzardo.

Se non otteremo un incontro al ministero delle sviluppo, con Di Maio, noi non ce andremo resteremo a manifestare e poi spegneremo le macchine”.

0 Likes
123 Views

You may also like

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter message.