Benedetto-Palese-presidente-dellAgcai

“Da molto tempo la nostra associazione che rappresenta i gestori di apparecchi da divertimento e intrattenimento nei locali pubblici chiede la riduzione di tutti i tipi di gioco e la sostituzione della slot da bar con un apparecchio con costo orario molto vicino a quello di un normale flipper (si ricordi il tour in tutta Italia con Pippo franco)” scrive in una nota Agcai.

“Ha lottato molto contro l’invasione delle mini vlt nei locali pubblici nel 2016 (e alla fine l’abbiamo spuntata) contro il bando che autorizzava l’apertura delle altre nuove 5.000 sale scommesse con videolottery e slot machine (anche queste al momento non sono arrivate), abbiamo lottato contro la certificazione dei locali pubblici peechè questo avrebbe trasformato anche i bar più grandi in altri mini casinò sempre con le vlt (anche questa certificazione non è poi arrivata).

A questo punto – prosegue Agcai – bene fa il senatore Endrizzi ad evidenziare la pericolosità delle Vlt che dovranno essere ridotte e spostate come collocazione almeno a 1000 metri dai luoghi sensibili come previsto nel contratto di governo. Le slot messe al bando e sostituite con un apparecchio con costo orario uguale a quello del flipper (per fare questo bisogna che lo stato rinunci ad un bel po’ di gettito). Ma poi bisogna ridurre i punti vendita di tutte le lotterie istantanee. Bloccare il nuovo gioco Million Day, una gigantesca slot dove ogni giorno milioni di italiani spendono con la speranza molto remota di vincere puntando un solo euro un 1.000.000 di euro.

Non si può dare la colpa dell’incremento della ludopatia alla slot da bar e poi autorizzare nel mentre è in corso la riduzione delle slot da bar tutto questo. Vuol dire non ridurre il gioco ma spostarlo da un comparto ad un altro. Per cui ci auguriamo che questo governo abbia l’intenzione veramente di ridurre il gioco d’azzardo quello vero (vlt in testa).

Vedremo se dalle parole si passerà ai fatti. Noi siamo pronti a dare il nostro contributo affinché il giocatore possa essere intrattenuto divertendosi. Spendendo quanto si spenderebbe giocando ad un normale flipper e magari ricevendo una piccola somma come premio alla sua bravura che non possa comunque essere considerata azzardo” conclude Agcai.
0 Likes
102 Views

You may also like

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter message.