«Che anche questo Governo – si legge in una nota AGCAI – sia stato avvicinato da alcuni personaggi vicini alle multinazionale lo si capisce dalle frasi pronunciate come “no al proibizionismo perché questo favorirebbe l’illegale” oppure “Via le slot dai bar (e non dai tabacchi e dai casinò)” e un ulteriore conferma è arrivata dalla tassazione sugli apparecchi Vlt e Awp con la stessa aliquota pari allo 0.5% prassi comune già con i precedenti Governi». 

«Le multinazionali – prosegue AGCAI – riescono sempre ad influenzare le scelte dei Governi (anche di questo!), infatti il gioco online viene tassato oggi al 22% sul margine, il segmento delle VLT al 40% (corrispondente al 6% sull’”in”) e le AWP, pur essendo le meno remunerative come vedremo in seguito, sono tassate al 63.33 per cento corrispondente al 19% sull’”in”.

Come è mai possibile che questo governo abbia deciso di aumentare il Preu dello 0.5% in modo uguale fra i due apparecchi come se il loro reddito annuale fosse uguale.

È possibile che non abbiamo politici che riescano a capire che bisogna tassare l’apparecchio che fa più reddito e non quello che fa meno reddito. Da chi vengono consigliati?

A supporto di quanto detto vi elenchiamo i dati del 2016 dai quali si evince che gli operatori delle Vlt pur guadagnando per ogni macchina circa  €40.000 contro i circa € 7000 annui incassati dalle Awp, i primi pagano solo il 40% mentre i secondi il 63.33% sul margine.

Anche un bambino di prima elementare capirebbe che non si possono aumentare le aliquote del Preu in modo uguale tra i due tipi di apparecchi caratterizzati da redditi per macchina estremamente diversi. Una Vlt guadagna all’anno 6 volte una Awp!

Un governo imparziale equiparerebbe la tassazione sul margine fra i due tipi di apparecchi e facendo giustizia fiscale fra i due segmenti incasserebbe quasi un miliardo di euro in più all’anno.

Come si fa a non pensare che anche questo governo non sia influenzato dalle lobby a cui le video lottery sono così care, tanto che il Dott. Iaccarino (ex direttore dei Monopoli) in una sua relazione pubblica non le ha neanche nominate, lamentandosi che il comparto degli apparecchi con l’aumento del Preu sarebbe andato in difficoltà facendo riferimento esclusivamente al comparto Awp come se le Vlt non esistessero.

Con questo Governo non vediamo nessun cambiamento nel settore degli apparecchi ma una continuazione del progetto iniziato dall’ex Governo che  difendeva le video lottery presenti in tutti i casinò tanto che si parlava poco tempo fa solo della eliminazione delle Awp nei bar e non della eliminazione di queste pericolosissime macchine.

AWP

Raccolta 26.324.000.000 € – Vincite erogate 18.841.000.000 € = 7.483.000.000 € / 407.323 =

18.371 € margine annuo per AWP

Spesa giocatore 7.483.000.000 € di cui il Governo ha incassato 4.608.000.000 € che equivale a circa il 61,5%. Il margine loro annuale è di € 2.875.000.000  che diviso 407.323 apparecchi porta ad un margine lordo per apparecchio di € 7058.

VLT

Raccolta 23.103.000.000 € – 19.637.000.000 € = 3.466.000.000 € / 54.266 =

63.870 € margine annuo per VLT

Spesa giocatore 3.466.000.000 € di cui il Governo ha incassato 1.271.000.000 € che equivale a circa il 36,6 %. Il margine loro annuale è di € 2.195.000.000  che diviso 54.266 apparecchi porta ad un margine lordo per apparecchio di € 40.448».

0 Likes
222 Views

You may also like

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter message.