“Ormai i concessionari in questi giorni si stanno accaparrando quanti più titoli autorizzatori possibili a danno dei gestori avendo saputo degli incontri avuti con le associazioni di categoria la settimana scorsa. I monopoli intervengano urgentemente”.

Così in una nota Agcai. “Tranne i nulla osta One to One (che i monopoli devono obbligare il concessionario ad espletare rapidamente) tutti gli altri dismessi a vario titolo devono tornare ai monopoli e non farli rimanere a disposizione dei concessionari. Se un gestore vuole cambiare concessionario deve avere la possibilità di farlo e per questo abbiamo invitato il direttore Giuliani a valutare le nostre due proposte che sono:

1) usare il sistema di cambio concessionario tipo telefonia mobile e cioè dare la possibilità al gestore di effettuare un nuovo contratto con un nuovo concessionario, il quale poi provvede a comunicare al vecchio concessionario l’avvenuto cambio contrattuale. Non vediamo alcun tipo di problema nell’attuarlo vista la già conosciuta e collaudata pratica usata in campo della telefonia mobile.

2) se un concessionario manifesta la volontà di recedere un contratto con un gestore, in merito ai nulla osta oggetto del recesso prima di andare nel basket, i monopoli dovrebbero concedere un periodo di prelazione di 15 giorni sugli stessi nulla osta affinché il gestore abbia la possibilità e il tempo di contrattualizzare con un altro concessionario.

Ci sembrano due soluzioni fattibili e giuste. Il nulla osta é un titolo autorizzatorio richiesto al monopolio dal gestore per mezzo del concessionario con tanto di nome e cognome del proprietario sullo stesso. Non si capisce perché fino ad oggi il monopolio abbia consentito che diventi un diritto del concessionario, lasciandogli in gestione il nulla osta di una macchina dismessa del gestore. Questa anomalia che ha fatto chiudere molte aziende di gestione deve essere subito rimossa. Infine abbiamo chiesto che i nulla osta del basket non vengano distribuiti in parte uguali ai concessionari, ma che siano lasciati tutti nel basket a disposizione di tutta la filiera.

La richiesta di un nulla osta dal basket se non viene messa in esercizio massimo 5 giorni dopo, deve essere considerata nulla. Così come deve cambiare anche il tempo di tenuta degli apparecchi in magazzino da 90 a 10 giorni per evitare che i gestori tengano in magazzino con il trucco del turnover degli apparecchi che invece andrebbero dismessi . Sollecitiamo ancora una volta i monopoli a porre fine in tempi brevissimi a queste anomalie, emanando quanto prima una circolare” conclude Agcai.

0 Likes
32 Views

You may also like

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter message.