“Il governo blocchi il numero di apparecchi a circa 260mila ma non il numero di nulla osta e crei la libera concorrenza nel mercato delle awp attuando un nuovo contingentamento”. Così in una nota Agcai.

“E’ quello che chiederemo al vice premier Di Maio durante, ci auguriamo, un imminente incontro o durante la manifestazione che in caso di diniego a brevissimo organizzeremo. E’ inammissibile che per avere un numero di circa 260mila awp sul territorio si sia usato un sistema che consegnava di fatto i titoli autorizzatori (nulla osta di esercizio) in mano ai concessionari facendoli diventare dei loro diritti.

Oggi di fatto è impossibile per il gestore cambiare concessionario in quanto i monopoli non rilasciano ulteriori nulla osta e quindi rendono il gestore prigioniero del concessionario. Con un nuovo contingentamento che non preveda più di 260mila awp sul territorio, i nulla osta dovrebbero tornare ad essere liberi e il gestore potrebbe prendere in più quelli necessari allo svolgimento della propria attività sia per cambiare concessionario sia per motivi concorrenziali. Fiduciosi di un incontro a breve con il vice premier durante il quale verrà illustrato il progetto al fine di ottenere i risultati sopra esposti” conclude Agcai.

0 Likes
134 Views

You may also like

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter message.