“Un appuntamento a cui gli operatori di AWP non devono mancare” scrive l’associazione AGCAI circa la manifestazione organizzata per il prossimo 8 maggio a pazza Mastai, Roma.

“Molte – prosegue AGCAI – anche le adesioni di consiglieri e soci Sapar che hanno capito benissimo che questa è la manifestazione di tutti coloro che non accettano in alcun modo lo strapotere dei concessionari sulle proprie aziende.

I concessionari hanno violato il principio di imparzialità e proporzionalità dell’attività amministrativa, tenuto conto che i concessionari pur essendo società private, svolgono un’attività, per l’appunto in concessione, come tale connotata da profili di diritto pubblico, con conseguente assoggettamento delle loro azioni ai relativi vincoli, come i doveri di correttezza e buona fede.

Potrebbe, inoltre, prospettarsi la concorrenza sleale ex art.2598, c.1, n.3, c.p.c. oltre al reato di abuso di dipendenza economica e di abuso del diritto visto le prove e i dati che si stanno raccogliendo, con l’ultima riduzione, in associazione.

Abbiamo chiesto audizione ai dirigenti A.D.M per illustrare tutte le impensabili criticità messe a segno dei concessionari pur di tutelare il loro parco macchine o di società a loro vicine a discapito di molte aziende che si sono viste azzerare il totale parco macchine addirittura con risoluzione contrattuale immediata per mancanza pagamento di Preu dichiarando il falso in quanto non c’era alcun Preu da pagare.

I giudici ci chiedono i dati che ADM può darci finita la totale riduzione.

Intanto ADM intervenga nell’ultima fase e ripristini la legalità restituendo il maltolto a chi l’ha subito. Un modo per restituire i titoli autorizzatori ci sarebbe e verrà anche illustrato durante l’audizione”.

0 Likes
142 Views

You may also like

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter message.