«Una manifestazione è il minimo che la categoria possa fare in questo momento e per cui un caloroso invito è stato fatto anche alle altre associazioni di categoria SAPAR e AGGE affinché anche loro siano presenti e condividano insieme a noi le seguenti richieste: portabilità dei nulla osta; contratto nazionale di filiera e instauro di una istruttoria per verificare i comportamenti di abuso del diritto perpetrati dai concessionari».

Così scrive l’associazione AGCAI in un comunicato che prosegue: «Alla luce delle ordinanze emesse dai giudici di Roma, l’Agcai tramite i propri legali provvederà  a presentare formale istanza di accesso ai Monopoli finalizzata all’acquisizione di tutti i dati relativi alle riduzioni effettuate dai concessionari secondo il Decreto Ministeriale 25/07/2017.

Il fine è quello di provare l’abuso perpetrato dai concessionari a danno di gestori nei confronti dei quali è stato esercitato l’atto di recesso o la risoluzione contrattuale.

In tal modo i gestori lesi avranno la possibilità di tutelare in sede giudiziaria i propri diritti al risarcimento dei danni in conseguenza della riduzione illegittimamente operata dal concessionario tramite l’esercizio strumentale del diritto di recesso.

In aggiunta a tutto ciò nella seconda fase di riduzione i concessionari hanno artatamente invocato la clausola contrattuale per recesso immediato per presunti comportamenti “irregolari o illegali” nei confronti di gestori che hanno sempre agito in modo conforme e scrupoloso alle prescrizioni normative.

Detto recesso è da ritenersi un vero e proprio atto ritorsivo a danno del gestore che si è opposto legittimamente alle imposte riduzioni operate dal concessionario mediante l’azzeramento di tutto il parco macchine spogliandolo completamente di tutti i relativi nulla osta.

L’Agcai come più volte denunciato presenterà una istanza ai Monopoli affinché l’ente avvii una istruttoria nei riguardi dei concessionari al fine di verificare l’osservanza da parte degli stessi dei principi di equità, imparzialità e proporzionalità che avrebbero dovuto improntare l’attività di riduzione.

Siamo certi che molti operatori non perderanno l’occasione di essere presenti alla manifestazione che ripetiamo da ritenersi di tutti».

0 Likes
39 Views

You may also like

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter message.